Acqua e poesia a la Couvertoirade

acqua, templari, crociati,pellegrini,poesia, A.MachadoEcco un posto dove senza bisogno di referendum sapevano e sanno che l’acqua è un bene  e un diritto di tutti: La Couvertoirade, un borgo piccolissimo, nella  Francia del di dentro, quella non turistica, si incontrano solo francesi….chiuso nelle mura in mezzo alle foreste del Massiccio Centrale.
Ha una storia nobile:  fondata dai cavalieri templari nel medioevo era sul cammino dei crociati e poi dei pellegrini di Santiago.
Gli abitanti di questo paesino, per evitare i contagi che potevano verificarsi in quei tempi di pestilenze senza però venire meno al dovere di ospitalità verso  i viandanti, offrivano  l’acqua ai viandanti,  ma con una importante cautela.
Nelle mura ancora oggi intatte, c’é un pertugio che viene chiamato “il dono dell’acqua”: attraverso di esso gli abitanti offrivano l’acqua a chi passava di lì,  mantenendo ben serrate le porte della città.
Per ricordare questa tradizione  anche oggi in tutti i locali pubblici ci sono, ben in mostra, caraffe di acqua fresca e bicchieri a disposizione di chiunque ne desideri.
Altri tempi? Non proprio.. in questo posto ho ricevuto un dono che a me pare inestimabile:
Mentre ero in giro per il paese un signore, davanti alla sua casa, mentre mi offriva l’acqua, mi ha declamato:

”Caminante, son tus huellas
el camino, y nada màs;
caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
Al andar se hace camino,
y al volver la vista atràs
se ve la senda que nunca
se ha de volver a pisar.
Caminante, no hay camino,
sino estelas en la mar.”
A.Machado  da Campos de Castilla

così traduce il poeta Francesco Scarabicchi
“Viandante, sono le tue orme
il cammino, e niente più;
viandante, non c’é cammino,
se non andando.
Andando é il cammino,
e a volgere la vista indietro
si scorge il sentiero che mai
si tornerà a percorrere.
Viandante, non c’è il cammino,
solo scie nel mare.”

Un dono prezioso:   mi ha fatto conoscere una poesia straordinaria e mi ha fatto provare l’esperienza di sentir declamare una poesia per me:
una cosa che  davvero capita di rado, anzi praticamente mai.

Acqua e poesia a la Couvertoiradeultima modifica: 2011-07-10T13:19:00+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*