sapori di casa

Parecchi anni fa due delle mie figlie sono state invitate per una vacanza a Bruxelles, ospiti di cari amici jesini con una figlia della stessa età.
Decidiamo per l’aereo, anche come esperienza, la prima, di volo e chiedo agli amici che ci ospiteranno di suggerirmi qualcosa che avrebbero gradito di ricevere (assieme alle figlie).

“Il pane! Il pane di Martellì… Panene abbiamo una gran nostalgia… e i biscotti del forno, quelli rettangolari rustici da colazione, da tazzona del caffellatte.”

26374094_biscotto-materano-da-latte-0

 

Non c’é niente da fare: anche gente (come sono  loro)  che ha vissuto in mezzo mondo, per anni, che ha conosciuto e apprezzato culture e abitudini diversissime, gente che a ragione può essere definita “cosmopolita” dentro il cuore conserva i sapori di casa dell’infanzia!
C’é da dire che il pane e i biscotti “de Martellì” sono famosi a ragione.

Così sono partita per Bruxelles avendo dentro il bagaglio a mano due filoni da un chilo l’uno di pane casereccio e dentro il bagaglio delle figlie un chilo di biscottoni da colazione….
C’erano ancora le dogvaligiaane e ho avuto una paura terribile che mi facessero aprire la borsa e allora avrei fatto la figura de “i soliti italiani” che si portano il pane e magari salame da casa…

Per fortuna siamo passate indenni e vedere gli amici gustarsi il pane e i biscotti della loro infanzia mi ha ampiamente ripagato dell’ansia.

 

sapori di casaultima modifica: 2016-05-18T08:54:57+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*