quella volta che Gesù era una femmina

bambinello-vestito-14-cm-res-cusc-st.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1977, Giulia era al suo primo Natale alla scuola materna. Era una bimba proprio carina, riccioloni, guanciotte, insomma un cherubino.

Le maestre decisero che sarebbe stata proprio un Gesù Bambino perfetto e così, agghindata con camiciola di raso bianco con bordure argentate (ma, ahimè, con gli scarponcini blu visto che faceva molto freddo) nel teatrino del seminario, davanti a genitori-nonni-zii-fratelli ammirati e plaudenti, Giulia impersona Gesù Bambino nella recita di Natale.

Dietro a me, mamma di Giulia orgogliosa e commossa, un nonno sconosciuto esclama:

“Hai visto? Quest’anno, dajje e dajje, c’hanno avuto ‘na femmina”.